Riceviamo e pubblichiamo

Cara Giada,
ho letto la tua rubrica lo scorso mese, e dopo aver visto come fanny è riuscita ad aprirsi con te, ho pensato, che anche io potrei condividere in modo del tutto anonimo, il mio malessere.
Faccio parte ormai da mesi della categorie di famiglie povere, sola senza un marito e con due bambini cerco di arrabattarmi tra mutuo e spese varie.
Per fortuna ancora non sono entrata nel baratro, anche se ci manca poco.

Le spese soprattutto quelle dei bambini sono moltissime.

Io da te dal bacino di utenza del tuo giornale, non voglio soldi, ma semplicemente vorrei una parola di conforto. Mi piacerebbe che vi occupaste di più del sociale come avete fatto con l’associazione KIM.

Grazie
Dolce Chicca

1 Risposta

  1. delphine
    e la risposta di giada quale è stata?

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com