Un dirigente scolastico con la “D” maiuscola

É proprio il caso di dirlo, la Massimina può avvalersi di un Dirigente Scolastico di tutto rispetto che con carisma, tenacia, passione e spirito di abnegazione svolge il proprio lavoro in armonia con studenti, collaboratori e corpo docenti.

Stiamo parlando della Dott.ssa Rosella Puzzuoli.

Dirigente Scolastico I.C. Martellini e Convitto per sordi

Tutto risale al “lontano” aprile 2011, a seguito di diverse segnalazioni pervenute da parte dei cittadini, alla nostra casella vocale, riguardanti le motivazioni d’inagibilità del giardino dell’Istituto Comprensivo “Nando Martellini” (quello antistante via Ildebrando). Ci siamo messi in contatto con la Preside dell’Istituto che fin dalle prime risposte ci ha rassicurato riguardo la volontà nel rendere disponibile quello spazio a patto che vengano tutelate le normative vigenti che garantiscono l’incolumità degli alunni.

È proprio il caso di dire che è nato un rapporto di collaborazione tra le due segreterie volto a migliorare i rapporti tra il cittadino e l’istituto scolastico, nel pieno interesse della collettività.

Ma chi è la nostra preside, vediamolo da vicino.

A seguito di pubblico concorso per Dirigenti Scolastici la Dott.ssa Puzzuoli Rosella si è trasferita a Roma e dal 1 settembre 2003 dirige il Convitto per sordi di Roma in vicolo del Casale Lumbroso 125. Fin dai primi anni dal suo insediamento ha subito rilevato una situazione estremamente difficile perché il Convitto era strutturalmente fatiscente in tutte le sue parti, privo di fogne, con scavi e tubi del gas lasciati a cielo aperto, senza un piano di sicurezza o di emergenza e con un esiguo numero di iscritti. Solo a seguito della “stimolazione” degli Enti Locali, che avevano poca o errata conoscenza di quella struttura educativa, e grazie ad un cospicuo intervento della Provincia di Roma che ha ristrutturato tre palazzine, la cucina ed il guardaroba e firmato la convenzione di acquisizione della straordinaria manutenzione, i locali sono diventati più accoglienti e modificando l’organizzazione,  gl’iscritti sono aumentati. E’ stata altresì aperta una sezione femminile.

Imponenti sono stati gli impegni tra gli anni che vanno dal 2004 al 2010:

–       ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con la Soprintendenza dei Beni Culturali per l’utilizzo di un locale quale deposito e laboratorio per la conservazione ed il restauro dei reperti archeologici trovati nel quartiere di Massimina e per la formazione.

–       ha stato sottoscritto un Protocollo d’Intesa con la Diocesi di Porto Santa Rufina e grazie, ancora una volta, all’intervento della Provincia di Roma, è stata ristrutturata la Chiesa interna, che da circa 15 anni era chiusa, ora riaperta al pubblico.

–       con il Padre Spirituale, nonché parroco di Santa Maria Goretti, Padre Mario Bongarrà, ha avviato un progetto di “Integrazione e Dialogo tra i giovani del quartiere e dintorni”.

–       ha stabilito una collaborazione anche con il gruppo dei giovani scout che ogni sabato pomeriggio si riunisce nei locali del Convitto.

–       di recente ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa con l’Associazione “Kuore” di Roma con il quale ha avviato il progetto “Via dalla strada”. Questo progetto coinvolge, oltre ai giovani sordi, anche gli studenti dell’I.C. “Nando Martellini”.

–       per tre anni di seguito, fino al 2010 ha offerto spazi comuni per realizzare campi estivi che hanno coinvolto i bambini del quartiere e dove sono stati coinvolti, nel lavoro di animazione, anche i ragazzi sordi.

In tale occasione, ancora una volta, i bambini hanno dato prova di come la “diversità” esista solo per noi adulti, visto che i bambini sono in grado di gestirla senza alcun problema e senza creare alcuna barriera.

–       dal 2007 ha favorito la nascita del –gruppo di percussionisti sordi (DDR) che attraverso il magistrale insegnamento del prof. Sergio Quarta portano la loro musica in molti quartieri italiani e, con i quali, nella scorsa estate, è stato inciso un CD musicale, grazie ai proventi ricevuti in dono da alcuni benefattori.

–       Ogni 15 giorni  favorisce l’organizzazione, curata dagli educatori, di visite artistiche e di vario interesse culturale dove la spiegazione viene fatta in L.I.S. (Lingua Italiana dei Segni).

–       Organizza viaggi d’istruzione all’estero permettendo a molti giovani sordi di visitare luoghi di grande interesse che, forse, non potrebbero fare da soli, neanche in futuro.

–       I ragazzi sordi spesso partecipano a tornei di calcio a 5 di carattere nazionale ed a volte anche confrontandosi con i loro compagni udenti.

–       Alcuni progetti sono stati anche oggetto di plauso del Corriere dello Sport che ha attribuito, nel 2010, un premio per la realizzazione di un tema e di un’Associazione no profit, che per tre anni, dal 2005 al 2008, ha bandito un concorso interno di pittura che ha avuto dei risultati strabilianti.

–       Tante altre iniziative sono state realizzate tra cui il I° e III° raduno degli ex convittori sordi. Più di 120 persone hanno rivissuto quei luoghi che li avevano visti da bambini e con racconti emozionanti hanno permesso anche a noi di conoscere un po’ di vita vissuta tra quelle mura.

–       Per la prima volta, nel 2005, è stato ospite del Convitto, un sindaco di Roma, in questo caso Valter Veltroni che ha trascorso 4 ore in compagnia dei ragazzi e, in un’altra occasione, è intervenuto il Presidente della Provincia Nicola Zingaretti che ci ha fatto l’onore di inaugurare le palazzine. Con lui sono intervenute anche l’assessore alle politiche della scuola Rita Paolo Stella e la Presidente del Consiglio Provinciale Pina Maturani.

–       Anche il Presidente del XVI Municipio Fabio Bellini è intervenuto in varie occasioni.

–       Nel 2009, dopo 15 anni di inattività, a seguito di ristrutturazione ad opera della Provincia di Roma, è stata inaugurata la Chiesa interna, succursale della Parrocchia Santa Maria Goretti, alla presenza del Vescovo di Porto Santa Rufina e dell’Assessore Paola Rita Stella. Ora è di utilizzo per gli abitanti del quartiere ogni sabato e domenica e, tutte le volte che occorre per varie celebrazioni.
Nel luglio 2010 c’è stata una battuta di arresto perché, a causa di una personale interpretazione della norma, c’è stato un tentativo di annessione del Convitto all’adiacente Istituto “Magarotto”.

L’a.s. 2010/11 e 2011/12 sono stati anni difficili perché è stato necessario, oltre a gestire la quotidianità, anche difendere la legittimità del Convitto, sia da azioni legali che da altre ingerenze di genere diverso, anche non trasparenti.

Ma questa è un’altra storia (ndr).

Tornando a noi, nel luglio 2010 viene assegnata alla preside Puzzuoli, d’ufficio, la dirigenza dell’I.C. “Nando Martellini” in concomitanza alla reggenza del Convitto per sordi.

Ha inizio  una nuova avventura.

Dopo aver gestito, per 18 anni, prima da vice rettore i gli Istituti Educativi di Verona e di Arezzo e poi da rettore i convitti nazionali di Roma, Anagni e Roma sordi, per la prima volta si trova a gestire un Istituto Comprensivo dove c’erano anche i bambini dell’infanzia con i quali non aveva lavorato.

***

Ci racconta: “Ho trovato una splendida collaborazione di tutto il personale, dai docenti agli ATA ed anche una buona intesa con gli operatori del Municipio XVI e dei suoi dirigenti.

L’I.C. “Nando Martellini” è composto di due plessi, uno sito in via Ildebrando della Giovanna che ospita la Scuola Primaria e 5 sezioni dell’Infanzia ed uno sito in via Vanni e via Montesano che ospita la Scuola Secondaria di I grado e 4 sezioni dell’Infanzia, per un totale di 970 alunni.

Questi ultimi provengono sia dalla zona residenziale che da quella popolare del quartiere Casal Lumbroso – Massimina, con un alto afflusso di stranieri e bambini/ragazzi provenienti dal campo ROM situato a ridosso del GRA dell’Aurelia.

Nell’anno scolastico scorso, in particolar modo, è stato celebrato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia che ha visto la realizzazione di uno spettacolo teatrale, a fine anno, ed ha coinvolto  congiuntamente sia i bambini dell’Infanzia che i ragazzi della scuola secondaria di I grado di via Vanni e via Montesano e per via I.d.G. i bambini dell’Infanzia e della Primaria.

Sono intervenuti anche i ragazzi del complesso dei percussionisti sordi suonando l’inno d’Italia con i loro strumenti ed anche con una personale interpretazione.

Tutti hanno lavorato insieme in uno splendido scenario di sinergia di azioni.

Gli alunni della III A della Scuola Secondaria di I grado hanno realizzato un volume che è stato inviato al Presidente della Repubblica.

Per la prima volta gli alunni della Scuola Secondaria di I grado, indistintamente dalla classe e dalla sezione, con una rappresentanza di ben 89 studenti, hanno partecipato al torneo di beach volley, a carattere nazionale, nella località di Bibbione.

I Bambini della Primaria della classe V si sono distinti nella 52° edizione del Concorso “Ilaria Alpi” ed hanno ricevuto un premio, conferito in Campidoglio, per la realizzazione di un elaborato, per giornalisti in erba, dal titolo “Roma città plurale, città di colori, odori, lingue, culture e tradizioni”.

In questo anno scolastico, accogliendo le indicazioni nazionali del MIUR, si sta portando avanti un progetto unitario che coinvolge i tre ordini di scuola con i seguenti temi: “Accoglienza ed integrazione…con gli occhi del bambino”  e “ Uno sguardo sul mondo: costruiamo il nostro futuro”.

L’intento è quello di far acquisire il senso dell’inclusione nella convinzione che la DIVERSITA’ (fisica, culturale, religiosa, di specie, ecc.) deve essere intesa come RICCHEZZA per sé e per l’altro e permettere ai nostri giovani di saper comprendere e gestire il repentino cambiamento di usi e costumi che coinvolge l’intera società.

Come lo scorso anno è stato organizzato un musical di fine anno dove tutti possono sentirsi protagonisti.

Già da diversi anni sono attivi, sia per la primaria che per la secondaria, corsi di lingue per acquisire le certificazioni del Trinity, del Delf e del Ket, spendibili poi anche per la scuola secondaria di II grado.

Anche per l’I.C. è stato firmato un protocollo d’intesa con l’Associazione “Kuore” di Roma per la realizzazione del progetto “Via dalla strada” ed iniziato un percorso di sostegno allo studio pomeridiano in via I.d.G. e di parkour presso il convitto.

Vengono offerti corsi di strumento musicale a costi molto bassi e per il futuro si sta studiando un progetto per inserire la musica, nel dettaglio, anche a livello curriculare.

Per i bambini/ragazzi ROM insieme all’Associazione che si occupa di loro si è iniziato un corso gratuito specifico di sostegno allo studio.

Siamo riusciti poi, attraverso la partecipazione ad un bando di concorso, promosso dalla Fondazione Roma, ad ottenere il finanziamento per la realizzazione di una sala Multimediale e dell’istallazione delle lavagne interattive nelle aule della scuola Primaria. Dal prossimo anno scolastico anche a via I.d.G. ci sarà il collegamento internet.

 Il Municipio XVI, molto attento alle esigenze dell’I.C., ha realizzato, nella nostra scuola, un corso di alfabetizzazione per adulti stranieri a costo zero.

Ci ha scelto fra tre scuole romane per il Progetto “Io viaggio da solo” che ben si inserisce nel progetto d’Istituto.

Ha portato a termine la messa in sicurezza della palestra di via I.d.G. e dei giardini dell’Infanzia e della Primaria.

Certo tante altre cose sono ancora da fare, ma non si può dire che il nostro Municipio XVI ci abbia dimenticato ed in particolar modo il consigliere Francesco Geraci che è sempre disponibile in caso di necessità.

Non vuole essere quest’ultima citazione alcuna campagna politica, ma solo la rilevazione di un dato di fatto, ovvero di una brava persona che ha a cuore la scuola del suo quartiere.

Per l’anno scolastico 2012-13 si sono formate 5 prime classi per la primaria di cui 3 a tempo pieno e 5 prime classi per la secondaria di cui una a tempo pieno.

 In tal modo abbiamo potuto accogliere tutte le richieste di tempo pieno che ci erano state fatte dai sig.ri genitori e non creare loro disagi.

Abbiamo rispettato con solerzia la normativa vigente anche in materia di deficit fisico e sensoriale.

Il mio atto di indirizzo è quello di avvicinare sempre più la piccola società scuola alla macro società cercando di coinvolgere gli Enti Territoriali e gli abitanti del quartiere ed ho iniziato a far dialogare le due strutture che dirigo, l’I.C. ed il Convitto, permettendo all’una struttura di ospitare gli altri e viceversa per la realizzazione di Progetti culturali e ricreativi in una completa interazione e per favorire in un prossimo futuro, a Dio piacendo, anche progetti di ordine internazionale.

Il futuro potrà riservare tante risorse e realizzare qualche sogno.

Mi corre l’obbligo a questo punto di ringraziare tutti coloro che lavorano nell’I.C. “Nando Martellini” e nel “Convitto per sordi”.

Educatori, Docenti, Collaboratori Scolastici, Vicari, DSGA, Amministrativi e non per ultimi i componenti del Consiglio d’Istituto ed il Commissario Straordinario del Convitto…Persone che hanno a cuore il bene dei nostri giovani ed, ognuno per il proprio ruolo, offre ogni giorno il suo amore e la sua competenza affinchè possano crescere in un ambiente sereno.

Sono loro ogni giorno che in primo piano li accolgono, li curano, li istruiscono, li ascoltano ed è grazie a loro che tutto quanto ho esposto si è potuto realizzare e tanto altro si potrà fare.

Rosella Puzzuoli

***

Un ringraziamento lo facciamo noi di MASSIMINA.it alla Dott.ssa Rosella Puzzuoli affinché continui a coltivare con passione il proprio lavoro.

[Tony Scaffale]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com