Rifiuti non possiamo morire per le incompetenze altrui!

«Non ci sono alternative a Monti dell’Ortaccio». Il monito lo lancia il prefetto e commissario per l’emergenza rifiuti di Roma, Goffredo Sottile, nonostante le indagini che coinvolgono AMA e sopratutto Manlio Cerroni il magnate dei rifiuti di Roma.

Non ci sono alternative, quindi caro prefetto meglio condannare a morte la popolazione della Valle Galeria? Come si faceva nel Medioevo? Salvare i tanti mandando al massacro i pochi?

No caro Prefetto la Valle Galeria non è d’accordo, ed i comitati tutti ribadiscono il loro no alla sua scellerata decisione. Sono passati tanti mesi e si poteva fare qualunque cosa, probabilmente se fosse andato in giro avrebbe trovato altre soluzioni, se avesse avuto delle buone intenzione avrebbe costretto gli enti locali a mettere in piedi una task force per rinforzare la differenziata e creare quel ciclo dei rifiuti che tutti hanno tranne la Capitale che Lei dice di voler difendere.

No Prefetto non ci stiamo a diventare le vittime sacrificali di una politica che non ha saputo o non vuole andare avanti, ci “rifiutiamo” di immolarci per salvare una città che giorno dopo giorno dimostra di avere poco senso civico. No prefetto lotteremo fino all’ultimo per evitare questo sopruso, perchè di questo si tratta, e agiremo con tutti i mezzi legali possibili per evitarlo!!

Antonio Somma

 

 

 

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com