Festa che va, Festa che viene

E’ risaputo, qui a Massimina che gli abitanti del quartiere si sono  sempre suddivisi in due “fazioni” : Quelli del 13 e quelli di Massimilla, a seconda di dove posizioni il tuo punto di osservazione “Quelli dillà e Quelli diqquà

Sempre in continua competizione, Quelli dillà con Quelli diqquà si sono sempre rincorsi per primeggiare. Le feste patronali nate intorno alle due ricorrenze parrocchiali “più vecchie” ne sono un esempio lampante: Madonna di Fatima e Corpus Domini (ahò non me menate per l’ordine in cui le ho nominate mò eh!)

Schermata 2016-01-11 alle 19.05.47

Parrocchia Madonna di Fatima

Madonna di Fatima festa legata alla ricorrenza religiosa del 13 di Maggio, e il Corpus Domini che cade nel giovedì successivo alla festa della SS Trinità, in Italia posticipata alla domenica successiva, la data cambia ogni anno perchè segue, come la S.Pasqua, il calendario lunare.

Il fine delle feste patronali è quello di aggregare in comunità i tanti abitanti provenienti da tutta Italia e, a volte, da tutto il mondo. A Massimina ad esempio la popolazione è molto assortita, forse più di quanto ognuno di noi possa immaginare: Italiani se non di tutte, certamente di tante regioni sono ormai Massiminesi di terza o quarta generazione, poi abbiamo Romeni, Polacchi, Bulgari, Cinesi, Egiziani, Indiani, Congolesi…. e perdonatemi se dimentico qualcuno, che risiedono ormai stabilmente da anni.

foto-1

Parrocchia Corpus Domini

La festa se religiosa, attira solo quelli che appunto appartengono alla stessa religione, mentre se la si accomuna ad un festeggiamento popolare, si aggregano tutti, indistintamente a prescindere da età colore provenienza e credo religioso.

Quest’anno con successo, malgrado le avverse condizioni climatiche, è stata organizzata di nuovo anche civilmente la festa della Madonna di Fatima, fortemente voluta dal nuovo parroco don Sunny, mentre invece è stata “dimenticata”  la parte popolare di quella  del Corpus Domini. E pensare che negli scorsi anni Quelli dillà (del 13) sberleffavano Quelli diqquà (di massimilla) perchè la loro festa era più bella, più completa, era una Festa insomma, e c’avevano ragione!

Il Parroco Diqquà aveva tristemente deciso, forse anche a seguito delle continue lamentele sul volume della musica, sul pernicioso rumore dei fuochi di artificio, che la festa doveva essere solo religiosa, quindi si era sciolto il “comitato pro-festa” e abbandonata l’impresa, lasciando giubilo e suon trombe a Quelli Dillà che invece hanno continuato imperterriti per tutti questi anni a festeggiare il Corpus Domini anche in maniera popolare, attirando gente Dillà, gente Diqquà e gente Forestiera, perchè inequivocabilmente la festa era bella davvero, durava più giorni con il culmine nella serata di domenica con spettacoli di intrattenimento animati anche da personaggi abbastanza famosi, e dall’immancabile spettacolo pirotecnico.

Lo spettacolo pirotecnico resta comunque uno spettacolo meraviglioso, i bambini dapprima impauriti dai botti, poi si innamorano di tutte quelle luci in cielo, è bello vederli con le dita nelle orecchie gli occhi in su e la bocca aperta per lo stupore………

fuochi

Ma tornando a noi, quest’anno la festa Dillà non si è fatta, il vecchio parroco è andato in pensione, forse quello nuovo non lo sapeva che c’era una festa nel quartiere legata alla ricorrenza religiosa, o forse l’eco delle lagnanze per i rumori dei fuochi d’artificio è arrivata pure Dillà? Certo è che pur vivendo Diqquà dispiace dover testimoniare il fallimento di una occasione di aggregamento di quartiere così valido come lo era la festa del Corpus Domini a Massimina. Occasione persa per quest’anno.

Speriamo che l’anno prossimo si ricostituisca un nuovo comitato Pro-festa Corpus Domini e si ricominci con quella sana, rodata e affiatata competizione di feste popolari!

Speriamo…….

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com