Il Tombino: “never-ending story”

Erano un pò di giorni che avevo notato che le transenne, che delimitavano il tombino scoperchiato di Via Ildebrando davanti alla scuola, non si vedevano più.

20160118_141234

18 Gennaio 2016

Così oggi mi sono fermata a vedere, con la speranza che magari per sbaglio, avessero iniziato il lavoro per ripristinare il coperchio, invece no! La transenna (all’inizio erano due, utilizzate da massimina.it nella scorsa edizione della maratona e impropriamente utilizzate dai VV.UU. che hanno ritenuto opportuno “sfruttare” la presenza delle stesse per un fine diretto) è caduta e il tombino sempre più ricolmo di foglie, carta e altro è sempre là a cielo aperto, qualcuno ha pensato bene di portarsi via anche una delle transenne, così adesso ne è rimasta una sola.

04062015

4 Giugno 2015

Ormai non ci sono più parole, il “tombino scoperchiato”  in questione, è in queste condizioni dal lontano mese di maggio scorso e, malgrado il primo intervento della Polizia Municipale con messa in sicurezza (utilizzando le transenne gentilmente concesse da Massimina.it), malgrado  ripetuti solleciti e reclami, malgrado pure i diversi post nei gruppi di quartiere, niente!

161115 tombino

16 Novembre 2015

Pensate, nemmeno la “sostituzione” del Sindaco con relativa nomina di commissario straordinario e l’incombenza di prossime elezioni amministrative, sono riuscite nell’intento di indurre la pubblica amministrazione locale a provvedere alla riparazione del tombino incriminato. Forse si confida nel fatto che in natura “tutto si trasforma niente si distrugge” e quindi si aspetta che madre natura provveda autonomamente alla chiusura definitiva del tombino (opera umana): se è così siamo a buon punto!

Sempre più disgustata dall’inerzia di tutti coloro che lavorano (dovrebbero lavorare) per la comunità e amministrano il bene della collettività, ecco come mi sento. Forse l’ho già detto, ma gli Italiani hanno la memoria corta e io non posso essere un’eccezione, ma quando andavo  scuola io, la Prof di Diritto diceva “La Cosa Pubblica deve essere amministrata con lo zelo del buon padre di famiglia”, misà che questa affermazione è stata “depennata” dai libri i diritto.

Ma io dico, c’è una scuola là davanti, e c’è pure un buco nel terreno! Ma che aspettano ad intervenire?

Bah! Domani una telefonatina di sollecito la faccio, chissà………

 

 

 

1 Risposta

  1. Pasquino Massimino
    Monumento all'incuria Sarà oramai all'incirca quasi 'n anno che dietro a du' transenne e a 'n ber nastrino, lì messi p'evità peggiore danno, ce sta, sventrato e aperto 'n ber tombino. Nemmeno la campagna elettorale ha smosso un intervento, pur tardivo dei capoccioni de la Capitale. E allora mo' te provoco e qui scrivo: invece d'aggiustà quell'armamento, pe ride prima che la rabbia sarga, lo famo addiventù 'n ber monumento a granne incuria che vieppiù s'allarga, ar "de profundis" de l'adempimento, e ce schiaffamo su 'na bella targa. Pasquino Massimino

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com