IO VOGLIO L’AUTOBUS

E’ da Venerdì 20 novembre che a Massimina, come anche nel resto della periferia romana, gli autobus di linea pubblici, che sono gestiti dal consorzio TPL non passano, sono tutti fermi al deposito per uno sciopero del personale viaggiante.

PROTESTA-ROMA-TPL

A prescindere dal naturale sostegno morale che ognuno di noi riconosce a questi lavoratori costretti a lavorare senza stipendio, adesso un po’ di agitazione nel resto della popolazione appiedata, sta salendo

atac PROTESTA-ROMA-TPL-231115 (2)

Sale in tutte quelle persone che, come me, dopo aver pagato un abbonamento annuale nel Settembre scorso di Euro 250,00 per garantire a mio figlio di raggiungere scuola al mattino, è costretto a prendere la macchina, fare il pieno di ragazzi che vanno nella stessa scuola e accompagnarli tutti,  per poi andarli a riprendere all’uscita, per evitargli di fare chilometri a piedi.

Sciopero-TPL-cartelloSale in tutti quelli che per andare a lavorare hanno pure loro pagato il biglietto in anticipo e che sono costretti a farsela a piedi, perchè l’autobus non passa, e magari, arrivando in ritardo a lavoro, sono pure costretti a prendersi un richiamo o peggio ancora una decurtazione dallo stipendio.

Gli scioperanti si scusano per il disagio, che poi non dovrebbero nemmeno scusarsi, loro che  hanno tutto il diritto di rifiutarsi di lavorare se non vengono pagati, diamine!

A niente servono le visite dei rappresentanti degli schieramenti politici presentatisi con tanto di fotografi al seguito per immortalare la “dovuta presenza” a testimoniare la situazione di disagio

tpl roma

Il fatto grave resta! Qualcuno è costretto a pretendere quello che gli spetta di diritto e purtroppo sta danneggiando qualcun altro che nell’impossibilità di potersi difendere subisce: “Il povero che danneggia il povero” questo quanto sta accadendo

IO VOGLIO L’AUTOBUS
Semplice frase scritta da un utente in un gruppo social, rimasto a piedi tutta la settimana, che esprime tutta l’ingiustizia che la nostra attuale situazione sociale ci sta mostrando

IO VOGLIO L’AUTOBUS
E non lo chiedo agli autisti, lo chiedo a voce alta alle istituzioni, ai responsabili dei dipartimenti, ai politici che governano e anche a quelli che non governano, a tutti quelli che possono in qualche modo mettere fine a questa ingiustizia

IO VOGLIO L’AUTOBUS
Perchè ho pagato in anticipo per un servizio e non ce l’ho, perchè lo stipendio agli autisti e la benzina agli autobus io la mia parte l’ho già pagata e chi la mia parte ha sottratto adesso la deve rimettere

IO VOGLIO L’AUTOBUS
Perchè vivo a ROMA, la capitale dell’Italia, e non è possibile che alle soglie del “Giubileo della Misericordia” noi abitanti della periferia dobbiamo restare a piedi o  chiedere passaggi di emergenza per andare e tornare da lavoro o da scuola

IO VOGLIO L’AUTOBUS
Perchè è un servizio essenziale, e dopo una settimana intera a piedi ancora non si sa  quando sarà ripristinato il servizio

IO VOGLIO L’AUTOBUS perchè è un mio diritto

IO VOGLIO L’AUUTOBUS perchè tutti gli autisti degli autobus del servizio pubblico di Roma sono UGUALI, hanno tutti la stessa divisa e tutti fanno lo stesso identico lavoro ma non tutti ricevono lo stesso trattamento, anzi quelli che stanno scioperando il trattamento non lo ricevono proprio.

IO VOGLIO L’AUTOBUS perchè pure tutti gli utenti dei servizi pubblici di trasporto sono uguali,  e  perchè tra loro magari qualcuno non può permettersi altri mezzi di trasporto se non quelli pubblici.

Forse, ma solo forse,  nella nostra società qualcosa non va come dovrebbe andare e adesso gli errori  stanno venendo fuori

Nessun commento ancora

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com