Pannolini lavabili, un approccio nuovo ed ecologico

Ciao, sono la mamma di un bellissimo bimbo di 4 mesi. Poiché ho avuto una gravidanza che mi ha tenuto molto a riposo, ho avuto molto tempo per studiare (proprio così!) i pannolini lavabili.

Tra tutte le proposte e le varie tipologie esistenti, (http://www.pannolinilavabili.info/) abbiamo optato per il pannolino BAMBINO MIO (http://www.it.bambino-mio.com/) composto da un panno di cotone 100%, il pannolino,(che va piegato in vari modi a seconda se il bimbo è un maschietto -che ha bisogno di maggiore assorbenza sul davanti- o una femminuccia; a seconda se la cacca è più o meno liquida etc.) e da una mutandina cerata che aiuta a contenere le fuoriuscite di pipì e pupù. Inoltre, noi utilizziamo i cosiddetti chix in materiale completamente biodegradabile al 100% ( attenzione, in commercio ve ne sono diversi ma non tutti sono biodegradabili!) da mettere sopra al pannolino di cotone, sostanzialmente per facilitare e velocizzare le operazioni di pulizia del pannolino dalla pupù. A seconda del peso del bimbo,variano le misure delle mutandine, mentre il pannolino interno può essere sempre quello.

Questo pannolino tra i tanti visti ci è sembrato il più semplice da piegare, assemblare e pulire, ma ovviamente è una questione molto personale. Comunque abbiamo sperimentato che utilizzare il pannolino lavabile non richiede maggior tempo di vestizione o maggiore impegno rispetto all’usa e getta. Come per tutte le cose (incluso l’uso del pannolino usa e getta) bisogna solo prenderci la mano!!! Una volta iniziato a usare, è difficile tornare indietro.

Viene da sé che questa tipologia di pannolini può essere tramandata ad altri figli, o a qualche nipotino o a figli di amici, ma vorrei evitare di fare considerazione ovvie. Per queste e altre considerazioni, ci sono fin troppi siti da consultare tra cui consiglio:  http://www.ilconsapevole.it/articolo.php?id=9033  .

Volevo invece parlare della mia esperienza diretta.

Il pannolino Bambino Mio è molto semplice da utilizzare e di facilissima vestibilità. Non crea assolutamente problemi alla pelle del bimbo, anzi, previene arrossamenti (perché fa traspirare la pelle) e riduce drasticamente l’uso delle creme protettive. Noi al momento utilizziamo la crema protettiva sostanzialmente dopo che il bimbo ha fatto la pupù per dargli sollievo.

È molto utile anche per la prevenzione della displasia all’anca in quanto a differenza degli usa e getta ha una dimensione maggiore che porta il bimbo a divaricare le gambe (senza alcuna forzatura) in modo da prevenire i problemi all’anca. Il maggiore ingombro di questi pannolini va considerato soprattutto in relazione ai vestitini dei bimbi. Infatti se un pigiamino indossato con un usa e getta calza perfettamente, è possibile che indossandolo con un lavabile sia leggermente corto di cavallo.

Per garantire la migliore assorbenza, si consiglia prima di utilizzarli di lavarli almeno 3 volte (anche solo con acqua a 60 gradi), anche se io ho sperimentato che lavandoli 5-6 volte il risultato è nettamente migliore.

A differenza dei pannolini usa e getta, può essere necessario cambiare più spesso questi pannolini in quanto la sensazione di bagnato per i bambini è molto più forte, visto che non sono fatti di sostanze chimiche che trattengono la pipì (…gellificandola…).  Inoltre, proprio perché di cotone e privi di ogni agente chimico, può capitare che, rispetto agli usa e getta, si verifichino più frequentemente delle fuoriuscite di pipì. Ovviamente, questo non accade di continuo. E d’altro canto, le fuoriuscite di pipì accadono anche con gli usa e getta. Abbiamo notato che con il nostro bimbo questo accade più frequentemente la notte quando viene cambiato meno spesso. Come detto, questo innanzi tutto non è detto che accada, se accade non è frequente, e infine per quanto superassorbenti, accade anche con gli usa e getta. Questo aspetto, se da una parte sembra negativo, in realtà non lo è: il fatto di essere interamente di cotone significa non mettere a contatto della pelle del bimbo sostanze chimiche, profumi, etc.; significa una maggiore traspirazione e quindi una sensazione di maggior benessere per il bimbo. Ho notato ad es. che dopo 3 ore di usa e getta, i genitali del mio bimbo somigliano a delle prugne secche, ma per carità, il culetto è assolutamente asciutto! (come se questo fosse tutto). Mentre invece con il lavabile è vero che il culetto è umido, ma è altrettanto vero che i suoi genitali sono normalissimi. Preferisco un cambio in più di pannolino, piuttosto che avere la sensazione di lessargli i genitali!  Non solo, c’è anche da considerare che maggior traspirazione significa una temperatura più bassa all’interno del pannolino. Ho letto che ci sono studi che legano la troppo alta temperatura che si crea nei pannolini usa e getta con eventuali problemi riproduttivi dell’età adulta. Infine, la caratteristica di far sentire il bagnato al bimbo sembra aiuti a eliminare prima il pannolino e spinge i bimbi al vasino con anticipo rispetto agli usa e getta.

Nonostante la spesa iniziale (che si aggira intorno ai 100 euro per lo starter kit), posso senz’altro dire che è MOLTO importante non lesinare sul numero di pannolini che servono. Lo starter kit comprende 12 pannolini e 2 mutandine. Noi abbiamo integrato con altri 12 pannolini e altre 6 mutandine. Questo serve soprattutto per evitare di dover fare la lavatrice troppo spesso. In questo modo, io faccio una lavatrice dedicata ai pannolini ogni 2 giorni. Va fatta un’ulteriore considerazione: molto più spesso il bimbo fa pipì e quasi sempre la mutandina è perfettamente riutilizzabile. Basta togliere il pannolino, asciugare la parte interna cerata e riutilizzare. Io consiglio di tenere sempre i pannolini già assemblati a portata di mano per facilitare le operazioni di cambio del bimbo. Io approfitto dei momenti in cui dorme per prepararli così quando devo cambiarlo ho già tutto sotto mano.

Come conservare i pannolini usati in attesa di lavaggio. Questa sembra essere la maggiore preoccupazione di tutti e devo dire che all’inizio era anche la mia. Poi ho scoperto che basta gettare il chix nel water (per chi lo usa) e in caso di sola pipì basta sciacquare con acqua il pannolino, strizzarlo e riporlo in un secchiello con coperchio sul cui fondo va messo un cucchiaio di bicarbonato. Una volta riposto così, il pannolino va coperto con un altro cucchiaio di bicarbonato e così via. NIENTE ODORI, risultato assicurato. In caso di pupù, si procede come sopra, con l’unica variante che oltre a sciacquare il pannolino sotto l’acqua corrente va anche spazzolato leggermente con una spazzola per unghie di quelle un po’ dure. Per il resto, riporre nel solito secchiello e coprire col cucchiaio di bicarbonato.

Come lavare i pannolini. Quando il secchiello è pieno o comunque quando vediamo che è ora di fare il bucato, si rovescia letteralmente il secchiello nella lavatrice e nel caso dei pannolini Bambino Mio si imposta il lavaggio cotone a 60 gradi. Io aggiungo direttamente nel cestello un paio di cucchiai di percarbonato di sodio che sbianca e disinfetta; un po’ di sapone per lavatrice (MAI L’AMMORBIDENTE),un po’ di aceto per ammorbidire le fibre e, come detto, un po’ di percarbonato di sodio o di bicarbonato per disinfettare. Assolutamente da evitare di prelavare il pannolino con qualsiasi sapone (incluso quello di Marsiglia) perché questo causerebbe solo la formazione di una patina tipo cera sul pannolino compromettendo la sua capacità assorbente.

ASSOLUTAMENTE MAI STIRARE I PANNOLINI, perché questo compromette la loro assorbenza. Basta sbatterli bene prima di stenderli.

Unico neo che posso segnalate è l’ingombro quando si va fuori casa. L’ingombro di 1 pannolino Bambino Mio, infatti, corrisponde a circa 3-4 pannolini usa e getta. Ma noi mamme, che pur di dare il meglio ai nostri figli ci inventiamo la luna, saremo sicuramente in grado di ovviare portando, come faccio io, una borsetta a parte con i pannolini puliti. Consiglio anche di tenere a portata di mano una busta a chiusura ermetica per riporre i pannolini usati. Io ne tengo una fissa nel cestello sotto alla carrozzina, così non sento gli eventuali odori e anzi la bustina è continuamente arieggiata.

Nonostante stiamo parlando di una certa spesa iniziale, abbiamo constatato che alla fine effettivamente c’è un risparmio economico anche se non è questo l’aspetto che ci ha portati e convinti verso questa scelta. Siamo stati convinti soprattutto dal bassissimo impatto ecologico che questi hanno.

E devo anche dire che benché tutti dicevano che avevamo fatto una scelta avventata in quanto occuparsi di un bambino è già faticoso e impegnativo e che pensare anche ai pannolini lavabili era solo un’inutile complicazione, la gestione di questi pannolini è assolutamente semplice e veloce e non ruba tempo a niente e non complica minimamente la vita. Alla fine come per tutto basta entrare nella routine e si gestisce benissimo anche il pannolino lavabile! Anzi, alla fine della giornata ti senti molto soddisfatto perché pensi di aver fatto qualcosa di bello per tuo figlio e che oltre alle coccole e all’amore che gli hai dato, gli hai anche regalato un prato verde con una distesa di fiori o una boccata di aria fresca da vivere nel suo domani (invece di una discarica piena di pannolini usati).

Credo che anche tra i più scettici ci siano genitori che fanno di tutto per dare il meglio ai bimbi (il latte migliore, l’omogeneizzato migliore, etc.) eppure troppo spesso sottovalutiamo il pannolino. Che sia il caso di fare nuove considerazioni?!?!?!

Simona Canini

 

1 Risposta

  1. Federica
    Anche io ho utilizzato i pannolini lavabili per il primo figlio (io però avevo comprato i kushies), purtroppo con il secondo non sono stata fortunata perchè ogni volta che li indossava gli veniva un brutto sfogo cutaneo sulla pancia. In molti comuni d'italia vengono dati degli incentivi economici alle famiglie che usano pannolini lavabili anche per evitare il problema inquinamento e accumulo di spazzatura difficilmente degradabile (un pannolino usa e getta impiega mediamente 500 anni per decomporsi). Purtroppo il comune di roma no è tra questi saggi...e secondo me è un errore grandissimo!!!

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com