27/08/2013 Massimina va sott’acqua

Ci risiamo, arrivano le prime piogge e il nostro quartiere diventa la succursale del Lago di Bracciano.

La violenta pioggia caduta nel pomeriggio di martedì ha messo in ginocchio il quartiere. Ovunque si segnalano strade allagate, cantine e garage sommersi, fognature saltate che riversano liquami maleodornati per strada.

Dall’incrocio di Romano Guerra con Casal Lumbroso alla stessa Casal Lumbroso, passando per il parco di Via Vanni

e Via Ildebrando della Giovanna, vediamo un unico scenario acqua acqua e poi acqua.

Il disagio più grande l’ha vissuto il piccolo Consorzio Ildebrando che essendo situato in una valle del quartiere, ogni volta che piove vede riversarsi sulle sue strade secchiate e secchiate d’acqua che il ridicolo impianto fognario non riesce a reggere.

Ovunque segnalazioni di disagio da Via Garrone trasformata in piscina con furgoni galleggianti all’interno, a Via Fasiani vista dai testimoni come le cascate del Niagara, con l’acqua che prendendo la rincorsa da Via Carabellese, arriva ad una velocità pazzesca alla fine della strada, e si schianta contro il muro del giardino Reali (quello dove vengono montate le giostre della festa della Chiesa di Fatima). Da lì torna indietro formando un vortice ed allagando tutto.

Ma non dimentichiamo Via Fontebasso invasa dalla melma fuoriscita dall’esplosione della fognatura, e così via.

Ormai a Massimina delle semplici nuovole nere

sono viste con infausti presagi, e con la consapevolezza di vivere in un Quartiere abbandonato dalle Istituzioni dove l’unico modo di sopravvivere è unire le forze dei residenti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

 

}
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com